NOI SIAMO
QUELLI CHE...

Pensano che le informazioni sullo stato di salute delle persone e delle comunità, sulle malattie e gli infortuni, sulle cause di entrambi...costituiscano una premessa indispensabile per fare prevenzione;
Offrono alle istituzioni, ai corpi intermedi della società...valutazioni, proposte, azioni di informazione e formazione con l'intento di partecipare...;
Non hanno conflitti di interesse...per cui sono liberi di dire ciò che pensano
Comunicano in modo trasparente...
Non hanno tra gli obiettivi prioritari la difesa di categorie o di singole figure professionali...
Cercano un continuo confronto con le altre Società scientifiche che operano nel mondo della prevenzione...
Non hanno mai smesso di credere nella necessità di un sistema pubblico di prevenzione diffuso in tutto il paese, in grado di garantire il diritto alla salute e di contrastare le diseguaglianze.
Pensano che la solidarietà e la partecipazione siano ancora valori indispensabili.
Precedente
Successivo

40 anni di Servizio Sanitario Nazionale

Condividi con:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Tempo di lettura: < 1 minuto

Tempo di lettura: < 1 minuto


Chi desideri inviare un contributo può farlo pervenire all’indirizzo presidenza@snop.it
La pubblicazione avverrà a cura dell’Ufficio di Presidenza della SNOP

Sono passati quarant’anni dall’emanazione della Legge 833, istitutiva del Servizio Sanitario Nazionale, con obiettivi di promozione,

mantenimento e recupero della salute fisica e psichica di tutta la popolazione,  da perseguire attraverso  strutture “locali”, con la partecipazione dei cittadini. Per la prima volta si disegnava a livello nazionale un sistema pubblico di prevenzione e di promozione della salute. Da allora – come sappiamo –  il contesto culturale, socio-economico e istituzionale è andato progressivamente incontro a profonde modifiche.Con  riferimento particolare alla prevenzione,  pensiamo sia tempo di tentare un bilancio su quanti degli obiettivi enunciati da quella Legge, a partire da quelli di eguaglianza e omogeneità e di garanzia del diritto alla salute (sanciti dalla Costituzione), siano stati realmente perseguiti;  su quanto siano oggi perseguibili, anche dopo i mutamenti organizzativi introdotti dalle successive riforme degli anni ’90 (i decreti legislativi 502/92 e 229/99); su quali siano eventualmente i possibili interventi di adeguamento. Anche su questo tema intendiamo offrire uno spazio aperto a quanti condividano questa esigenza di analisi e riflessione, pubblicando un primo contributo e riproponendo una tabella (tratta dai materiali preparatori del nostro workshop del 13 gennaio 2017),  utile per una riflessione in chiave “storica”.

La Presidente
Anna Maria Di Giammarco

ULTIMI ARTICOLI

RIMANI AGGIORNATO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *