NOI SIAMO
QUELLI CHE...

Pensano che le informazioni sullo stato di salute delle persone e delle comunità, sulle malattie e gli infortuni, sulle cause di entrambi...costituiscano una premessa indispensabile per fare prevenzione;
Offrono alle istituzioni, ai corpi intermedi della società...valutazioni, proposte, azioni di informazione e formazione con l'intento di partecipare...;
Non hanno conflitti di interesse...per cui sono liberi di dire ciò che pensano
Comunicano in modo trasparente...
Non hanno tra gli obiettivi prioritari la difesa di categorie o di singole figure professionali...
Cercano un continuo confronto con le altre Società scientifiche che operano nel mondo della prevenzione...
Non hanno mai smesso di credere nella necessità di un sistema pubblico di prevenzione diffuso in tutto il paese, in grado di garantire il diritto alla salute e di contrastare le diseguaglianze.
Pensano che la solidarietà e la partecipazione siano ancora valori indispensabili.
Previous slide
Next slide
Cerca
Close this search box.

Buon Compleanno “833”!

Condividi con:

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email
Stampa

Tempo di lettura: < 1 minuto

Tempo di lettura: < 1 minuto

Il nostro Servizio Sanitario Nazionale compie  45 anni (la sua legge istitutiva, datata 23 dicembre 1978, porta la firma di Tina Anselmi) , ma non sta molto bene, anzi è sempre più minacciato. SNOP si associa convinta agli auguri di tutti quelli che, non solo in questi giorni, ma da tempo si danno da fare per “salvare il SSN”. Tra questi ci annoveriamo in quella parte, non certo marginale, che punta, più che a fermare degrado, impoverimento e privatizzazione del SSN come purtroppo lo vediamo oggi, a rilanciare gli ideali di universalismo, equità, eguaglianza, democrazia e partecipazione che l’avevano fatto nascere e che lo hanno accompagnato per una buona parte della sua storia. Ideali dal valore ancora intatto sui quali dovremmo ricostruire un Servizio Sanitario pubblico adeguato ai bisogni attuali dei cittadini e alle crescenti sfide che compaiono, per garantire il suo fondamento principale: il diritto alla salute. Che, per realizzarsi, deve necessariamente accompagnarsi a tutti i diritti di tutte le persone.

Se lo desideri, sostienici con una donazione

ULTIMI ARTICOLI

RIMANI AGGIORNATO

Una risposta

  1. Il diritto alla salute deve essere garantito a tutti, lo dice l’art. 32 della Costituzione “la Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti”
    Qualsiasi individuo significa tutti indipendentemente dalla religione, dal luogo di nascita, dallo stato sociale,……

Lascia un commento