NOI SIAMO
QUELLI CHE...

Pensano che le informazioni sullo stato di salute delle persone e delle comunità, sulle malattie e gli infortuni, sulle cause di entrambi...costituiscano una premessa indispensabile per fare prevenzione;
Offrono alle istituzioni, ai corpi intermedi della società...valutazioni, proposte, azioni di informazione e formazione con l'intento di partecipare...;
Non hanno conflitti di interesse...per cui sono liberi di dire ciò che pensano
Comunicano in modo trasparente...
Non hanno tra gli obiettivi prioritari la difesa di categorie o di singole figure professionali...
Cercano un continuo confronto con le altre Società scientifiche che operano nel mondo della prevenzione...
Non hanno mai smesso di credere nella necessità di un sistema pubblico di prevenzione diffuso in tutto il paese, in grado di garantire il diritto alla salute e di contrastare le diseguaglianze.
Pensano che la solidarietà e la partecipazione siano ancora valori indispensabili.
Previous slide
Next slide
Cerca
Close this search box.

Prevenzione: quali risorse e per fare cosa

Tempo di lettura: < 1 minuto Sicuramente la Regione Lombardia ha molti aspetti positivi : abolizione da molti anni di attività inutili e di non provata efficacia, sistema informativo gestionale funzionante, forte programmazione su priorità, iniziative su tematiche innovative, conti economici ( pur tra i mille scandali e in tempi di spending review) in ordine…ma occorre vigilare..Per continuare a leggere scarica…

Leggi Tutto »

Pesticidi nelle acque: un problema ancora aperto

Tempo di lettura: < 1 minuto Il rapporto è stato predisposto dall’ISPRA Settore Sostanze Pericolose, del Servizio Rischio Tecnologico, del Dipartimento Nucleare Rischio Tecnologico e Industriale sulla base delle informazioni trasmesse da Regioni e Province autonome, che attraverso le ARPA effettuano le indagini sul territorio e le analisi di laboratorio. Sono circa 350 le sostanze attualmente utilizzate in agricoltura e nel 2010…

Leggi Tutto »

Performance ambientali – Italia 2013

Tempo di lettura: < 1 minuto L’OECD ha prodotto una breve ed interessante sintesi del rapporto sulle performance ambientali dello Stato Italiano per il 2013, di seguito pubblicata. Negli ultimi 20 anni (1990-2010) sul versante dellatutela ambientale sono stati riscontrati alcuni miglioramenti : sono diminuite le emissioni di inquinanti in atmosfera ed il trattamento dei rifiuti èstato indirizzato opportunamente verso il…

Leggi Tutto »

Piano Edilizia 2013 e 2014

Tempo di lettura: < 1 minuto Sul sito www.prevenzionecantieri.it vi sono tutti i materiali del Piano Edilizia 2013 e 2014, gli interventi del Convegno Nazionale a Roma del 4 aprile in allegato l’intervento del Coordinatore del Gruppo Nazionale Edilizia dr. Flavio Coato e del presidente SNOP dr. Giorgio di Leone.

Leggi Tutto »

Genova: una tragedia che si poteva prevenire?

Tempo di lettura: < 1 minuto Come SNOP la questione porti è stata vista da molti anni, agli inizi degli anni ’80 avevamo fatto nascere un coordinamento tra gli operatori dei servizi (Trieste, Genova, Livorno…) sui temi dell’amianto, della cantieristica navale, del lavoro di carico e scarico…. Ma la tragedia di Genova supera qualsiasi previsione. Leggendo le dichiarazioni sui media si…

Leggi Tutto »

Materiale videoconferenza INAIL su applicazione trasmissione dati da MC a ASL

Tempo di lettura: < 1 minuto Pubblichiamo sul sito SNOP la documentazione relativa alla presentazione INAL del 22 maggio 2013 (in streaming con INAIL Roma) dell’applicativo che consentirà ai Medici Competenti di tutte le Unità produttive delle aziende italiane di trasmettere alle ASL locali i dati relativi alla sorveglianza sanitaria 2012. Si tratta di un ulteriore importante utilizzo dei Flussi Informativi.

Leggi Tutto »

Qualche considerazione a proposito dell’industria tessile italiana e degli infortuni sul lavoro

Tempo di lettura: < 1 minuto L’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO) – vedi sito www.ilo.org – ha accolto con favore l’accordo sulla sicurezza degli edifici e sulla sicurezza antincendio in Bangladesh, assicurando un adeguato sostegno al contratto firmato da rivenditori di moda internazionali insieme ad altre imprese e sindacati al fine di prevenire disastri di lavoro. Continua a leggere scaricando i…

Leggi Tutto »