NOI SIAMO
QUELLI CHE...

Pensano che le informazioni sullo stato di salute delle persone e delle comunità, sulle malattie e gli infortuni, sulle cause di entrambi...costituiscano una premessa indispensabile per fare prevenzione;
Offrono alle istituzioni, ai corpi intermedi della società...valutazioni, proposte, azioni di informazione e formazione con l'intento di partecipare...;
Non hanno conflitti di interesse...per cui sono liberi di dire ciò che pensano
Comunicano in modo trasparente...
Non hanno tra gli obiettivi prioritari la difesa di categorie o di singole figure professionali...
Cercano un continuo confronto con le altre Società scientifiche che operano nel mondo della prevenzione...
Non hanno mai smesso di credere nella necessità di un sistema pubblico di prevenzione diffuso in tutto il paese, in grado di garantire il diritto alla salute e di contrastare le diseguaglianze.
Pensano che la solidarietà e la partecipazione siano ancora valori indispensabili.
Precedente
Successivo

Enel – Settimana Internazionale della Salute e Sicurezza 2012

Condividi con:

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email
Stampa

Tempo di lettura: < 1 minuto

Tempo di lettura: < 1 minuto

Ieri, 14 novembre, a Roma ha preso il via la quinta edizione della Settimana Internazionale della Salute e Sicurezza 2012 organizzata dall’Enel presso l’auditorium dell’azienda. L’Enel ha proposto un piano che coinvolge i propri dipendenti e quelli delle imprese appaltanti per migliorare gli standard di sicurezza e di prevenzione dei rischi con l’obiettivo di arrivare a Zero Infortuni.

I risultati raggiunti nel campo della sicurezza sul lavoro dal gruppo Enel vengono riconosciuti anche a livello mondiale. Infatti nel 2012 Enel ha migliorato il proprio punteggio nella categoria Occupation Health and Safety del Dow Jones Sustainability Index, primo indice che analizza le società leader nella sostenibilità.

All’evento hanno partecipato Paolo Andrea Colombo, Presidente Enel, Fulvio Conti, Amministratore Delegato e Direttore Generale e tramite intervento video, hanno partecipato il Ministro del Lavoro Elsa Fornero e il campione sportivo Alex Zanardi. Infine sono stati assegnati i safety awards alle migliori prassi messe in pratica al fine di raggiungere l’obiettivo di ridurre gli infortuni sul lavoro.

Questi i risultati negli ultimi sei anni:

  • Riduzione del 63% dell’indice di frequenza degli infortuni
  • Riduzione del 50% dell’indice di gravità
  • Riduzione dell’88% degli infortuni gravi e mortali per i dipendenti del gruppo
  • Riduzione del 61% degli infortuni gravi e mortali per i dipendenti delle imprese appaltatrici

Nel 2011 sono stati investiti 78 milioni di euro in attività riguardanti la salute e la sicurezza sul lavoro, il 26% in più rispetto all’anno precedente. La maggior parte delle iniziative finanziate ha riguardato l’informazione e formazione dei lavoratori per un totale di 1.100.000 ore di formazione solo nel 2011. Il nuovo progetto che ha preso il via quest’anno si chiama One Safety ed ha come obiettivo quello di rafforzare il ruolo della leadership e l’addestramento ad adottare comportamenti sicuri.

Se lo desideri, sostienici con una donazione

ULTIMI ARTICOLI

RIMANI AGGIORNATO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *