NOI SIAMO
QUELLI CHE...

Pensano che le informazioni sullo stato di salute delle persone e delle comunità, sulle malattie e gli infortuni, sulle cause di entrambi...costituiscano una premessa indispensabile per fare prevenzione;
Offrono alle istituzioni, ai corpi intermedi della società...valutazioni, proposte, azioni di informazione e formazione con l'intento di partecipare...;
Non hanno conflitti di interesse...per cui sono liberi di dire ciò che pensano
Comunicano in modo trasparente...
Non hanno tra gli obiettivi prioritari la difesa di categorie o di singole figure professionali...
Cercano un continuo confronto con le altre Società scientifiche che operano nel mondo della prevenzione...
Non hanno mai smesso di credere nella necessità di un sistema pubblico di prevenzione diffuso in tutto il paese, in grado di garantire il diritto alla salute e di contrastare le diseguaglianze.
Pensano che la solidarietà e la partecipazione siano ancora valori indispensabili.
Precedente
Successivo

Materiali atti e presentazioni del Convegno nazionale SNOP 14-15 Novembre 2012 BOLOGNA I Servizi di Prevenzione: quale futuro?

Condividi con:

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email
Stampa

Tempo di lettura: 4 minuti

Tempo di lettura: 4 minuti

Si è svolto il 14 e 15 Novembre il convegno nazionale SNOP a Bologna. Il convegno ha avuto un elevato livello di contenuti e di partecipazioni di varie realtà regionali. Clicca sul nome dell’autore/autrice per leggere la sua relazione.

 

Mercoledì 14 novembre

I Servizi di prevenzione: quale futuro?


Prima sessione:

Le politiche della salute

Uno sguardo d’insieme all’ evoluzione della Sanità Pubblica in Italia dalla Legge Crispi – Pagliani a oggi – Giovanna Vicarelli

Lavoro, occupazione e disuguaglianze di salute: determinanti, grado, distribuzione, tendenze Carlo Mamo

Crisi, Welfare e Lavoro: quali politiche nell’Europa del duemila – Sandro Del Fattore

Seconda sessione:

Le pratiche della Sanità Pubblica

Programmazione interdisciplinare delle attività di prevenzione, vigilanza e controllo per obiettivi di salute – Luigi Salizzato

Il rinnovamento della Sanità Pubblica:tra semplificazioni e prove di efficacia (Parte destruens) – Massimo Valsecchi

Il rinnovamento della Sanità Pubblica:tra semplificazioni e prove di efficacia (Parte construens) – Alberto Baldasseroni

 

Terza sessione:

Presente e futuro dei servizi di prevenzione

La visione della Regione Emilia Romagna in tema di Sanità Pubblica – Emanuela Bedeschi

Timori e speranze generate dall’Epidemiologia sono giustificati? – Benedetto Terracini

 

Giovedì 15 novembre

Rischio organizzativo

 

Prima sessione: Affrontare le patologie muscolo scheletriche

Il punto di vista della SNOP

L’emergenza malattie muscolo scheletriche. Approccio internazionale e possibilità di intervento in Italia – Enrico Occhipinti

Le possibilità di riprogettazione dei posti di lavoro e le ricadute sulla salute e sulla produttività. Esemplificazione su una linea di montaggio – Natale Battevi

Organizzazione del lavoro e sovraccarico biomeccanico dell’apparato muscolo scheletrico. L’esperienza nel settore automotive in Italia ed in Europa – Francesco Tuccino

Prevenzione delle patologie muscolo scheletriche correlate al lavoro nel PRP Regione Emilia Romagna – Villiam Alberghini

Il punto di vista della SNOP

 

Seconda sessione: qualificare la valutazione del rischio stress lavoro correlato

Il punto di vista della SNOP: Laura Bodini    presentazione 1 / presentazione 2

Le indicazioni e le iniziative del coordinamento delle regioni – Fulvio D’Orsi

Valutazione dello stress lavoro-correlato a Bologna – L. Magelli

L’esperienza del Veneto – Antonia Ballottin

L’esperienza della Toscana  – Domenico Sallese

L’esperienza della Lombardia  –  Maria Gramegna

 

Sessioni parallele

 

IL MEDICO COMPETENTE E GLI ALTRI “OPERATORI DI MEDICINA DEL LAVORO”: QUALE EQUILIBRIO?

Rapporto tra Medici Competenti/SPSAL: dalla gestione dei casi complessi al potenziamento della qualità degli accertamenti strumentali eseguiti – Augusto Quercia

L’esperienza dei servizi in tema di vigilanza sull’operato dei medici competenti: indicatori e strumenti disponibili – Davide Ferrari

Art.40: dalla ratio alla gestione – Paolo Galli

Medico competente e collaborazione alla valutazione del rischio ovvero della tutela della salute dei lavoratori – Andrea Dotti

Le responsabilità penale, civile ed amministrativa dei medici del lavoro pubblici e privati – Alberto Chinaglia

La sorveglianza sanitaria dei lavoratori: difesa della salute o medicina difensiva? – Giovanni Pianosi

Le criticità e le opportunità del Sistema Italiano di Prevenzione nei Luoghi di Lavoro:

Il punto di vista della ANMA – Francesco Origlia

Il punto di vista della SNOP – Manuela Peruzzi slides

 

LA GESTIONE DEGLI ORGANISMI INFESTANTI IN SITUAZIONI DI EMERGENZA: LE AREE TERREMOTATE DELL’ EMILIA

Coordinamento Regionale: adozione di un protocollo operativo per gestire l’emergenza – Emanuela Bedeschi – Angelini

Il ruolo del Medico Igienista: difficoltà, criticità e soluzioni adottate – Giovanni Casaletti

La conoscenza del territorio: utile strumento per un rapido intervento – Maurizio Ferraresi – Mauro Ferri

Operare in emergenza: L’evoluzione delle Criticità all’interno dei Campi – Davide Di Domenico – Maistrello

La valutazione del rischio di trasmissione di malattie da vettori in situazioni di emergenza – Romeo Bellini

Ruolo e funzioni del Servizio Veterinario nell’organizzazione della Protepzione Civile – Giuseppe Diegoli

L’impatto dei principali infestanti (mosche, zanzare, blatte, formiche e ratti) nei centri di Accoglienza – Claudio Venturelli

 

 

POSTERS

STRESS LAVORO CORRELATO

D’ORSI STRESS LAVORO-CORRELATO L’esperienza dello S.PRE.S.A.L. della ASL Roma C:

BARATTUCCI Differenze tra coorti di lavoratori in condizione di disagio occupazionale: aumento della

conflittualità e dei licenziamenti strategici o semplice esito della crisi dei mercati  slides 1 / slides 2

BODINI stress lavoro correlato esperienza di una ASL di Milano

BALLOTTIN Prevenzione e contrasto dei fenomeni di mobbing e tutela della salute psico-sociale della persona sul luogo del lavoro legge Veneto

AZIONI DI SISTEMA

CONVERSANO Studio descrittivo dei registri di esposizione a cancerogeni pervenuti allo SPESAL di Taranto anni 2008-2012 ai sensi dell’art. 243 comma 9 del D.lgs. 81/2008 e dell’art.2 del DM 155/2007

SCARNERA Sostegno alla rete RLS

LONGO Creazione del Sistema Informativo Regionale

SANITA’ PUBBLICA

DI DOMENICO La VITA riparte da quella CREPA nel muro

CALISTI PROMOZIONE DELLA CORRETTA ALIMENTAZIONE NELLA RISTORAZIONE PUBBLICA testo/presentazione

RICERCA ATTIVA DELLE MALATTIE PROFESSIONALI

CANNARELLA EMERSIONE DELLE MALATTIE PROFESSIONALI NELLA ASP DI RAGUSA

STOPPONI LE NEOPLASIE UROTELIALI: LA RICERCA ATTIVA DELLE MALATTIE PROFESSIONALI NELL’AREA VASTA DELLA PROVINCIA DI MACERATA

RELAZIONI CON IL MEDICO COMPETENTE

BOLOGNINI RICORSI AVVERSO IL GIUDIZIO ESPRESSO DAL MEDICO COMPETENTE-Ancona

BODINI Incontriamo i Medici competenti -ASL Milano

STOPPONI Attività di verifica della correttezza gestionale e della qualità tecnica della sorveglianza sanitaria nelle “Grandi Opere Infrastrutturali”

FERRANNINI LA QUALITÀ DELLA SORVEGLIANZA SANITARIA DA PARTE DEI MEDICI COMPETENTI

INTERVENTI PER COMPARTI PRODUTTIVI

TRANI Sistema low-cost per il monitoraggio della dispersione in aria di polveri in un panificio

artigianale: risultati dei test preliminari

PAPA LA SICUREZZA NELLE ATTIVITA’ DI GOMMISTA:LA PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI DA SCOPPIO DI PNEUMATICI

LUCCARELLI La qualità dei Documenti di Valutazione dei Rischi

SCARNERA Attività di supporto alla microimpresa: la formazione dei lavoratori che operano in quota

SCARNERA SICUREZZA NELLA SCUOLA

LONGO Nucleo Operativo Integrato

SCARNERA Le bonifiche d’amianto nell’area industriale di Taranto

CONVERSANO Monitoraggio degli Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA) e del Benzo(a)Pirene (BaP) presso il Reparto Cokeria dell’impiantosiderurgico ILVA di Taranto

ARIANO PIANO NAZIONALE DI PREVENZIONE IN AGRICOLTURA E SELVICOLTURA 2009 – 2011

PRETE COSMETICI E SALUTE

BREDA PIANO NAZIONALE PREVENZIONE IN EDILIZIA LOGICHE DI PROGRAMMAZIONE DELL’ATTIVITA’ ISPETTIVA

DEL ROSSO La sicurezza negli addetti al montaggio delle luminarie

PREVENZIONE INCIDENTI STRADALI

BODINI Lavoro e Incidenti Stradali

BERNARDINI Prevenzione degli incidenti stradali in occasione di lavoro: l’esperienza dall’AUSL di Bologna

DISTURBI MUSCOLOSCHELETRICI

 

CANTONI LA PREVENZIONE DEI RISCHI PER L’APPARATO MUSCOLO SCHELETRICO

D’ELIA VALUTAZIONE DEL CARICO POSTURALE IN EDILIZIA. ESPERIENZA APPLICATIVA DEL METODO OWAS SU UN GRUPPO DI FERRAIOLI.

Se lo desideri, sostienici con una donazione

ULTIMI ARTICOLI

RIMANI AGGIORNATO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *