NOI SIAMO
QUELLI CHE...

Pensano che le informazioni sullo stato di salute delle persone e delle comunità, sulle malattie e gli infortuni, sulle cause di entrambi...costituiscano una premessa indispensabile per fare prevenzione;
Offrono alle istituzioni, ai corpi intermedi della società...valutazioni, proposte, azioni di informazione e formazione con l'intento di partecipare...;
Non hanno conflitti di interesse...per cui sono liberi di dire ciò che pensano
Comunicano in modo trasparente...
Non hanno tra gli obiettivi prioritari la difesa di categorie o di singole figure professionali...
Cercano un continuo confronto con le altre Società scientifiche che operano nel mondo della prevenzione...
Non hanno mai smesso di credere nella necessità di un sistema pubblico di prevenzione diffuso in tutto il paese, in grado di garantire il diritto alla salute e di contrastare le diseguaglianze.
Pensano che la solidarietà e la partecipazione siano ancora valori indispensabili.
Precedente
Successivo

TB e migrazione : urgenza o emergenza ?

Condividi con:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Tempo di lettura: < 1 minuto

Tempo di lettura: < 1 minuto

Un incontro tra i molti interessati.

Il 24 e 25 marzo, in coincidenza con la giornata mondiale della lotta alla tubercolosi, si terrà nella prestigiosa sede di Palazzo Marino, Il convegno “TB e immigrazione: urgenza o emergenza?” organizzato da Stop TB Italia. Il convegno si presenta come occasione a livello nazionale per fare il punto sul controllo della TBC nei migranti, mettendo a confronto esperienze e pratiche operative, dagli interventi in mare aperto a quelli nei punti di sbarco, ai centri di accoglienza. Per la prima volta si confronteranno rappresentanti di due Ministeri (Salute e Interni), Forze dell’Ordine, Associazioni laiche e religiose, Diocesi, OMS, Enti locali, Istituzioni sanitarie locali, regionali e nazionali, Filosofi. La tubercolosi è infatti malattia “sistemica” che tocca non solo aspetti sanitari ma anche sociali, politici, etici, filosofici, di comunicazione ed impatto emotivo sull’intera comunità. L’obiettivo non è solo quello di mettere a confronto gli esperti ma di distillare dalle varie esperienze le migliori pratiche per progettare interventi di prevenzione sostenibili e utili non a chi li attua ma a chi li riceve, nella prospettiva ambiziosa ma realizzabile della “END TB”. Marino Faccini Responsabile Malattie Infettive ATS Milano

Se lo desideri, sostienici con una donazione

ULTIMI ARTICOLI

RIMANI AGGIORNATO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.